Perché le persone peggiorano invece di migliorare?

“… Il mondo non sta peggiorando
e allo stesso tempo
non sta per essere distrutto… “

Domanda: Perché le persone peggiorano invece di migliorare?

Sri Chinmoy: Sento spesso questa domanda dalle persone anziane, ma devo essere molto sincero: c’è mai stato un tempo sulla Terra in cui non ci fossero conflitti, combattimenti, guerre? Fin dall’inizio della civilizzazione ci sono stati conflitti. All’inizio del periodo del Mahabharata si combatteva, e successivamente al tempo delle civiltà dei Greci e dei Romani, c’era costante conflitto: esso è sempre esistito sulla Terra.

I nostri antenati remoti vivevano nelle giungle e nelle foreste; cacciavano e combattevano; facevano tutto come animali; spiritualmente ci siamo evoluti dal regno animale, ma ancora combattiamo, litighiamo, e uccidiamo. Sentiamo che il mondo sta peggiorando, sentiamo dire dai nostri genitori, amici, parenti, e dai giornali, che il mondo sta per andare in pezzi! Ma in realtà non è così. Il mondo non sta peggiorando, e allo stesso tempo non sta per essere distrutto. La bomba atomica, la bomba a idrogeno, tutte le bombe potranno essere usate, ma l’intero universo non potrà mai essere distrutto o fatto a pezzi. Si dice che la distruzione si verificò in passato, che Atlantide fu completamente distrutta… Sì, alcune parti del mondo furono distrutte, ma non l’intero mondo.

Proprio ieri stavamo parlando di tua madre. Lei sa nuotare bene, ma tu no. Tu hai paura delle onde. Tua madre si tuffa immediatamente in acqua, nelle onde diventa tutt’uno con l’oceano, quindi non ha paura; ma tu avresti moltissima paura che le onde ti portino via, avresti paura perché senti che se ti tuffassi in acqua moriresti.

In superficie ci sono grandi onde, ma quando vai in profondità nell’acqua, vedi che tutto è calmo, silenzioso, e tranquillo, assolutamente tranquillo. Il mondo è come l’oceano. Le persone pensano che se entrano nel mondo, esso le divorerà; vedono il mondo dall’esterno, con occhi umani, e sono terrorizzate. Dalla distanza il mondo sembra molto cattivo, brutto, e sporco; ma nel momento in cui andiamo profondamente in noi, vediamo una sola Persona, e quella è Dio. Se la realtà in ognuno è Dio, allora le cose esteriori che vediamo non possono mai essere un problema.

In realtà nulla sta peggiorando. La situazione esteriore può essere negativa, la coscienza del mondo può essere bassa, ma la coscienza di alcuni individui sta salendo. Se vediamo Dio nella sua Creazione multipla [multiple creation], dobbiamo sentire che il mondo sta progredendo. Il vero progresso è dentro di noi, ed esso gradualmente viene alla luce. Quindi, se vediamo il mondo nella sua totalità, non diremo che sta peggiorando: no, il mondo sta aspirando. Una parte, forse, vuol combattere, litigare, danneggiare, e distruggere, ma la coscienza interiore del mondo intero non può andare verso il basso. Non può andare verso il basso perché Dio in Persona [God Himself] sta spingendo la coscienza del mondo verso l’alto. Se Dio ci sta spingendo verso la Luce, alla fine dovremo vedere la Luce. In questo momento siamo come elefanti tumultuosi che corrono senza meta, ma verrà un giorno in cui diverremo come cani molto fedeli e devoti. Seguiremo la guida di Dio.

Quando entri nel mondo del conflitto ti senti triste e disturbato. Ma devi andare dentro in profondità in tutto questo. Lì sentirai molta Pace, molta Gioia, molta Luce. Poi devi cercare di portare in luce queste qualità interiori e darle al mondo. In quel momento vedrai che il mondo non è cattivo: era la tua comprensione sbagliata che ti ha fatto sentire così.

Se non sai come interagire con il mondo, allora esso è molto negativo. Il mondo-oceano è molto negativo per te, per adesso, perché non sai nuotare bene. Ma per coloro che hanno Realizzato la Verità, la Pace, la Luce, e la Beatitudine infinite, il mondo non è un oggetto di paura e di terrore. Per loro il mondo è una lieta sfida. Accettiamo la sfida ed entriamo tra le onde, lì sentiremo la nostra vera identità! Con una piccola ricerca vedremo che è tutta unità, tutta gioia.

Da: https://www.srichinmoylibrary.com/ps
FINE DEL BRANO